martedì 10 gennaio 2017

Johannes Von Klebelsberg entra a far parte del factory team Ancillotti

Ancillotti Factory Team è lieta di annunciare l’ingresso nel team di Johannes Von Klebelsberg per la stagione 2017.


Johannes in sella ad Ancillotti nelle stagioni 2014 e 2016 ha vinto l’assoluta in 50% delle gare nazionali tra campionato italiano e Gravitalia, si è laureato campione italiano assoluto nel 2014, ha vinto il circuito Gravitalia nel 2014 e 2016 e numerosi buoni piazzamenti in coppa del mondo ma per il 2017 ha deciso di voltare pagina e concentrarsi sul settore enduro partecipando all’intera serie del Superenduro , campionato  italiano enduro ed altre selezionate  gare nazionali.

Johannes Von Klebelsberg : “Sono molto contento di entrare a far parte del team factory Ancillotti e di intraprendere questa nuova avventura nel settore enduro,  con loro sono sicuro che avrò il supporto ideale per poter dare il meglio. “

Ancillotti Alberto, team manager:  “ Avere Johannes all’interno del nostro team è un  vero motivo di orgoglio, lo abbiamo sempre supportato come Ancillotti cycles da quando ha iniziato a muovere i primi passi in downhill ed adesso ci mettiamo in gioco per una nuova scommessa con molta determinazione.”

Nuovi  ingressi nel team per alcuni giovani davvero promettenti come il campione italiano allievi Matteo Saccon , lo junior Alberto Stopani e l’amatore Fabio Di Renzo.
Confermati Andrea Gamenara nella categoria Elite , l’allievo Simone Pelissero e  lo Junior  Filippo  Masotti .

Il team è nuovamente supportato dagli sponsor ormai storici :
Formula
Ufoplast
Maxxis
Renthal
Yep components
Ai quali si aggiungono  :
HT pedals



L'esordio del team sarà gia questo fine settimana a Sestri Levante in occasione delle terza tappa dell' Enduro Winter Trophy!

venerdì 2 settembre 2016

Johannes Von Klebelsberg Ancillotti DHY Slim 275 bike ceck


Eccola la nostra creatura che Johannes Von Klebelsberg ha portato alla vittoria a Pila nel quarto round di Gravitalia, appena fotografata dopo la run finale.
La bici di Johannes che aveva ad inizio stagione è stata rubata a fine luglio quindi proprio a ridosso dalle ferie abbiamo subito preparato un'altra bici come quella che aveva gia.
Il telaio di Johannes è, come anche per tutti i clienti, custom.
Le lunghezze e gli angoli sono stati l'evoluzione della nostra esperienza combinata ad una stazza del pilota un pò fuori dalla norma.
Johannes pesa 82 kg ed è alto 1.90 quindi per inserirla in uno schema diciamo che è una taglia XL.

La bicicletta è cosi allestita:
Telaio Ancillotti DHY versione Slim per ruote da 27,5
Ammortizzatore Ancillotti racing shock con molla da 600"lb e leveraggio -6
Forcella Rock Shox Boxxer Team Ancillotti tuning con molla nera e con pacco lamellare della cartuccia custom
Freni Formula RO Racing con dischi da 203
Attacco manubrio Renthal Integra 50mm rise 10°
Manubrio Renthal Fatbar 780 rise 20mm
Reggisella Truvativ T30
Sella Ritchey Comp
Guarnitura Truvativ GXP scatola 83 e pedivelle 165mm
Corona Ancillotti 36 denti
Cambio Sram GX DH 7V
Cassetta Sram GX DH 7V
Catena Sram XX1
Manettino Sram GX DH 7V
Mozzo anteriore Ancillotti racing hub con flange allargate per avere il massimo di rigidità
Mozzo posteriore Nuke Proof 150x12
Raggi DT Competition Black 2.0-1.8-2.0
Nipples DT in Ergal rosso
Cerchi Sun Rims inferno 31 al posteriore e Inferno 27 anteriore
Copertoni Maxxis anteriore Minion DHF 27,5 x 2.5 3C Maxx Grip e al posteriore Minion DHR II 27,5 x 2.4 3C Maxx Grip

Johannes è inoltre supportato da Ufo plast per l'abbigliamento e protezioni e da Alpina per casco e mascherina


 Nella giornata di lunedi siamo rimasti ancora a Pila per provare altre soluzioni tecniche che hanno dato buoni frutti cosi da avere altre varianti da provare poi per il fine settimana del mondiale in Val di Sole, vi aspettiamo tutti per tifare Johannes e Ancillotti!

mercoledì 31 agosto 2016

Pila Rd # 4 Gravitalia

Pausa estiva breve e via di nuovo in una nuova missione, si perchè stavolta di missione si parlava.
Pila ha accolto il quarto round del Gravitalia e la mano sapiente di Corrado Herin ha disegnato senz'altro la pista piu bella di tutto il campionato caratterizzata come suo solito da una variabile di situazioni che rendono i suoi percorsi davvero completi mettendo alla prova i rider a tutte le situazioni e le variabili che una pista di dh deve avere, salti, sponde, contropendenze, muri, radici , sassi, e per la siccità di quest'anno anche tanta tanta polvere!
Alla vigilia sapevamo che non sarebbe stata una gara facile, i nostri avversari hanno come sponsor proprio Pila ed hanno passato tutta l'estate ad allenarsi su quelle tracce e anche un certo Suding che in fatto di Pila ne sa qualcosa non ci avrebbero reso la vita facile.
Queste forti pressioni a fare bene forse sono state quelle che ci hanno caricato di piu a dare il meglio durante tutto il fine settimana provando come al solito diverse soluzioni tecniche, a curare in maniera maniacale ogni minimo dettaglio sulla bici e la freddezza di Johannes hanno poi pagato con la vittoria assoluta.
Questa vittoria ci da una bella carica e motivazione adesso di dover fare bene al mondiale  in Val di Sole, l'occasione c'è , siamo preparati , competitivi e il rider c'è!




Davvero una bella gara anche per Andrea Gamenara che chiude la manche finale in ottava posizione assoluta a soli 2 secondi dal podio assoluto.
Ammirevole la sua prestazione che nonostante gli impegni di lavoro ed aver usato poco la bici da downhill sia stato capace di questo risultato.


Nell'assoluta donne buone prestazioni di Sara De Leo, che con l' upgrade della doppia piastra sulla sua FRY conquista la terza posizione e Rosaria Fuccio in quarta  a poco piu di due secondi di distacco.




Tra le nuove leve la wild card Davide Tonolo nonostante una caduta conquista la seconda posizione nella categoria esordienti


Un'altro a cui piace sempre piu la discesa è Fabio Vanni, l'altra nostra wild card che dopo una stagione di enduro prova per la prima volta a partecipare ad una gara di dh con la nostra dhy, buona la sua quinta posizione nella categoria Allievi a soli 2 secondi dal podio.


Prossimo appuntamento i mondiali in Val di Sole, noi siamo carichi e Johannes anche, vi aspettiamo tutti a farci il tifo!!!

martedì 2 agosto 2016

Santa Caterina Valfurva Rd # 4 Superenduro 2016

Chiude gia a fine luglio il circuito Superenduro 2016 ed è Santa Caterina Valfurva ad ospitare la gara.
Trail tipici di alta montagna hanno fatto da splendida cornice alle 4 speciali programmate ad inizio  poi ridotte a solo 2 (una da ripetere 2 volte) a causa delle forti piogge in corso durante la giornata di domenica.
Terreno asciutto e scorrevole nei giorni di prova poi trasformati in pesante e decisamente scivolosi nella giornata di domenica, quindi tutto il setting e gomme da reinventare la domenica mattina.
Senz'altro ha premiato la scelta di far correre tutti i nostri con una gomma da fango all'anteriore e una intermedia al posteriore , per quelli che disputavano la gara lunga, e due gomme da fango invece per i giovani che dovevano disputare una sola prova speciale, quella piu insidiosa e con poca pietra.

Andrea Gamenara prosegue il suo buon stato di forma dopo la gara di La Thuile e nonostante un bel "tuffo" in ps 3 conquista un secondo posto di categoria nella morsa dei fratelli Lupato e una settima assoluta.





Peccato per Sara De Leo che a causa di una caduta poco dopo la partenza in Ps1 trancia il tubo del freno anteriore costringendola a percorrere tutta la ps a piedi. Paga cosi 3 minuti di ritardo che sono risultati irrecuperabili, conquista comunque una quinta posizione e la conferma al secondo posto della classifica finale.



Tra i giovani i nostri quattro rider ufficiali continuano ad essere sempre ai vertici della classifica.

Stavolta la vittoria è andata a Simone Pelissero che nell'unica speciale che hanno disputato è stato addirittura piu veloce del miglior Junior e 12° assoluto.
Questa vittoria gli ha permesso di consolidare anche la sua seconda posizione nellla classifica finale del circuito della categoria Se1



Un gradino piu basso sul podio lo ha conquistato un sempre veloce Luca Caramellino che nonostante si sia infortunato al polso solo 8 giorni prima della gara ha stretto i denti ed a riuscire a portare a casa la vittoria finale del circuito nella categoria Se1


A ridosso del podio e sempre veloce e determinato è Filippo Masotti che continua a dimostrare quanto sia cresciuto quest'anno.
In classifica generale finisce quarto a pochi punti  dalla terza posizione.


Sesta posizione per Fabio Vanni dimostrando di gradire poco i terreni umidi, niente male visto che anche per lui questa è la sua prima stagione da allievo e nelle precedenti tappe ha gia dimostrato di avere talento per poter emergere.


Nella categoria Giovani vittoria per la nostra wild card Andrea Garella del team Flower Bike che nonostante una sola discesa di prove al sabato dimostra di aver apprezzato subito le doti della nostra Fry.



Questo fine settimana abbiamo dato l'opportunità anche ad un'altro giovane di poter correre su una Fry e di avere il nostro supporto ufficiale, Alberto Stopani, che anche lui ben figura nella categoria Junior con una quarta posizione.











mercoledì 29 giugno 2016

Bormio Rd # 3 Gravitalia e Canazei Rd # 3 Superenduro 2016

Il terzo round di Gravitalia è approdato a Bormio, meteo incerto per tutto il fine settimana che ha visto annullare le qualifiche del sabato a causa di un forte temporale.
Tutto rinviato quindi a domenica dove Johannes in qualifica purtroppo si è trovato dopo un dosso un paletto spostato saltando fuori dal percorso e perdendo tanto tempo per rientrare in pista.
Nella manche di gara invece è riuscito nuovamente a mettere insieme un'altra run vincente ed a riuscire comunque a mantenere la leadership  nonostante lo zero della qualifica.

Photo credit: Yuri Cortinovis


Nella categoria assoluta donne un'altra buona prestazione di Rosaria Fuccio al terzo posto e consolidando anche la terza posizione nella classifica generale.

Photo credit: Yuri Cortinovis


Qualche montagna piu in la invece è andato di scena il terzo round di Superenduro a Canazei, una gara davvero bella e completa in uno scenario unico come quello delle dolomiti.
Peccato per il forte temporale di domenica mattina che ha costretto gli organizzatori ad annullare ps 3.
Enorme soddisfazione è arrivata dai piu giovani allievi che sono riusciti a completare un podio con i colori Ancillotti  grazie a Luca Caramellino, Simone Pelissero e Filippo Masotti.
Peccato per Fabio Vanni che è stato colto da un attacco di allergia nella notte prima della gara che lo ha costretto ad alzare bandiera bianca prima dello start.


Nell'assoluta donne ancora una conferma per Sara De Leo con il terzo posto dietro alla grande Tracy Mosley e a Louise Paolin



Quarta posizione nella categoria SE4 e 12 esimo assoluto per Andrea Gamenara qua ritratto in un bellissimo scatto da Pink Bike


lunedì 13 giugno 2016

Leogang precisazioni

In merito a quanto accaduto all'arrivo della run finale di Johannes Von Klebelsberg ci tenevamo a precisare che vi è stata la rottura del bullone  inferiore in titanio del leveraggio, nessun cedimento strutturale del telaio ne dell'ammortizzatore ne dei leveraggi stessi quindi.
Nei giorni precedenti avevamo modificato  la boccola inferiore del leveraggio nell'intento di variare l'assetto della bici, questa modifica probabilmente è stata una delle probabili cause del cedimento del bullone in titanio assieme a quella di un probabile difetto strutturale del bullone posto all'estremità inferiore dei leveraggi che ha ceduto all'atterraggio dai quasi 30 metri di volo del salto finale.
Ci dispiace per l'accaduto anche se non è andato ad influire piu di tanto sulla prestazione di Johannes che ha comunque potuto conquistare un altra top 50 con un 46° posizione assoluta e adesso è in 66° posizione della classifica generale e primo degli gli italiani.
A breve i report completi del fine settimana di Legang e Chiusa Pesio.

lunedì 6 giugno 2016

Fort William Rd # 3 World cup 2016

Eccoci di nuovo sulla classicissima di stagione, Fort William nel cuore della Scozia che per quest'anno ha regalato un fine settimana di sole e polvere, davvero inusuale qua a nord del regno unito!
Fort William è davvero una pista atipica, la quasi totalità del tracciato è stato costruito artificialmente scavando nella palude della parte alta e lavorando la parte bassa con un bel movimento terra da rendere davvero spettacolare l'arrivo con dei bei salti che immettono nello schuss finale.
Johannes è partito carico per la trasferta, reduce dall'assoluta conquistata in Gravitalia appena 10 giorni prima.
Il percorso cosi roccioso ha messo davvero a dura prova la tenuta delle ruote, un vero massacro per tutti sul quale era importante calibrare la pressione per avere un buon grip e non giocarsi la trasferta con una foratura.
Le qualifiche hanno visto gia Johannes entrare nella top 50 con un 45 esimo posto a soli +13.8 dal primo e a soli 7 secondi dalla top 10 nonostante i quasi 5 minuti di gara!


Ancora tempo bello e pista polverosa alla domenica in cui era importantissimo portare a casa punti importanti e non vanificare il tutto con una facile caduta o foratura e cosi Jo è stato bravo anche in questo, conquistando una 40esima posizione  che adesso lo porta nei top 80 per la prossima gara di Leogang, grazie a questo avremo piu tempo per le prove e da dedicare anche al set up della bici.



 Prossimo appuntamento per il team questo fine settimana a Leogang per la quarta prova di coppa del mondo di dh e per gli enduristi a Chiusa Pesio per il secondo round del circuito 360 enduro.